fbpx

Avrete sicuramente notato del recente aggiornamento Facebook: cambiando l’algoritmo è andato a penalizzare fortemente la portata organica dei post in favore dei contenuti sponsorizzati a pagamento.

Non c’è da stupirsi, Facebook d’altronde e’ un business e l’obiettivo di Mark è, come quello di tutti gli imprenditori, generare piu’ profitto.

Devo essere sincera, questa notizia e’ arrivata proprio quando stavo finendo di progettare il mio lancio online di Lady Marketer e mi ha un po’ intimorita.

Perche’?

Beh, si sa che Facebook con i suoi 2 miliardi di utenti attivi al mese è il social network piu’ utilizzato e su cui brand, aziende e professionisti diffondono il proprio brand e costruiscono la propria audience.

Attenzione, d’ora in avanti userò l’acronimo SMM per riferirmi al social media marketing e se non hai ancora confidenza con queste sigle è bene che inizi a farci un po’ l’abitudine: sono ormai usatissime dappertutto!

Tornando a noi, è vero che Facebook non è l’unico canale social su cui fondare la propria strategia di SMM, ma è anche vero che è la piattaforma con il maggior numero di utenti attivi.

Basti pensare che la popolazione mondiale a fine 1800 contava lo stesso numero di abitanti.

Sì, Facebook ha lo stesso numero di utenti attivi di quanto fosse l’intera popolazione mondiale poco piu’ di un secolo fa.

Inoltre, è il social maggiormente in uso nel Bel Paese e, a confronto di altri paesi come i nostri amici Americani, gli italiani si contraddistinguono per utilizzare meno piattaforme ma piu’ spesso.

Questo vuol dire che invece che registrarsi ed utilizzare 15 diversi social per 10 minuti al giorno (come per esempio la popolazione USA) l’italiano medio tende a concentrarsi su pochi social ma spenderci piu’ tempo.

Fatta questa doverosa premessa, non c’è comunque da stupirsi se Facebook abbia attuato delle pratiche per aumentare il pagamento della portata organica dei post.

L’aveva già annunciato nel non lontano 2013 dove ammetteva che la reach organica sarebbe andata sempre affiovolendosi fino a sparire quasi del tutto.

Aldilà dei soldi, le motivazioni sono anche un aumento della qualità dei contenuti condivisi e una migliore esperienza sul sito da parte degli utenti che si vedono sommergere ogni giorni da milioni di contenuti piu’ o meno qualitativi.

Pensaci un attimo: quante volte eri lì a scorrere il feed di Facebook trovandoti solo spazzatura da visualizzare?

A me personalmente è capitato spesso di uscire da Facebook perchè sentivo di perdere il mio tempo, che non trovavo contenuti interessanti o che ero totalmente sommersa da SPAM di gente piu’ o meno diversamente interessante.

Ora mettiti nei panni del buon vecchio Mark: non vorrai mica che i tuoi utenti escano dal tuo sito, no?

Cosi come io non voglio che i miei lettori scappino dal mio, Mark vuole che la propria utenza resti sul sito il piu’ tempo possibile.

Ma allora dobbiamo arrenderci e smettere di puntare al Facebook Marketing come strategia di Business?

Quindi devo iniziare a pagare per ottenere risultati?

No, e ora ti spiego il perchè.

Come tutti gli algoritmi e come tutte le macchine, anche l’algoritmo di Facebook non e’ perfetto e ho qui per te 4 piccoli hacks (trucchetti) che ti aiuteranno a rianimare la tua pagina anche se sei completamente a 0 e SOPRATUTTO se la ta pagina ha meno di 5000 fan.

L’ho utilizzata anche io prima di scrivere questo post perche’ volevo verificare la veridicità di questi trucchetti magici.

Ma quando è qualcuno del calibro di Neil Patel a suggerirteli, non puoi che andare sul sicuro!

Ah, e ricordati di seguire la mia Pagina Facebook per non perderti altri contenuti come questo!

TARGET

Aggiornamento al 10/05/2018: Questa funzione non è piu’ disponibile.

 

 

 

 

CONDIVIDI PIU’ VIDEO!

Non credo ci sia bisogno te lo dica io.

Se provi ad accedere a facebook noterai da sola che la maggior parte dei contenuti che appaiono nel tuo feed sono contenuti VIDEO.

Il video e’ il trend del momento e lo sara’ anche nel futuro.

Lo ha annunciato anche Facebook stesso che i video saranno il format di contenuto che otterra’ piu’ visibilita’ anche secondo il nuovo algoritmo.

Il perche’ e’ semplice, e lo dicono i numeri, non io.

Infatti, le persone ricordano:

  • Il 70% di quello che vedono
  • Il 20% di quello che leggono
  • Il 10% di quello che ascoltano

E’ un motivo abbastanza valido per promuovere video e immagini?

Pensate anche solo ad Instagram, deve il suo successo alla condivisione esclusiva di contenuti VISIVI.

Inoltre, sempre parlando di numeri, una recente ricerca su Facebook ha analizzato come i contenuti VIDEO ricevono il 400% di engagement in piu’ rispetto ai soli contenuti scritti.

Pazzesco, vero?

Volete pubblicare LIVE?

Ancora meglio!

Sempre secondo le statistiche le persone su facebook tendono a visualizzare una diretta via 3 volte tanto rispetto a video normalmente pubblicati ( non live)

CONDIVIDI SOLO I TUOI CONTENUTI MIGLIORI

Piu’ qualita’ e meno quantita’ dovrebbe essere il mantra non solo di ogni business ma di ogni persona.

E’ una filosofia che personalmente a me piace molto e, sinceramente, condivido e applico in ogni aspetto della mia vita.

Qualita’ sopra la quantita’.

Usando una terminologia inglese potremmo dire: less in more.

E credimi, e’ molto vero.

Ma cosa centra tutto questo con la nostra pagina Facebook?

Semplice!

Facebook non premia le pagine che continuano a condividere contenuti a tutto spiano.

Molti di questi contenuti non raggiungeranno mai l’audience desiderata, questo perche’ nascosti da altri milioni di contenuti.

La migliore strategia e’ quindi puntare su POCHI POST ma di elevatissima QUALITA’.

Lo dico sempre, forse in ogni singolo articolo, ma la qualita’ genera VALORE e il valore premia sempre.

A questo proposito, forse ti potrebbe interessare il mio articolo sul content marketing, come creare contenuti di valore.

E’ stato addiritura effettuato un esperimento che ha dimostrato come diminuendo la quantita’ di contenuti si ottengono maggiori risultati sia in termini di reach sia in termini di engagement.

Non hai la necessita’ di pubblicare OGNI articolo del tuo blog su Facebook, condividi solo i migliori e condividi gli altri su diverse piattaforme.

Ricorda che nel SMM non devi condividere la stessa tipologia di contenuti su tutti i tuoi profili social: dovrai scegliere quale tipologia di contenuto e’ meglio per un determinato social media.

Su facebook posso puntare sui video, su instagram le immagini e le storie, su twitter pensieri o piccoli testi, su google plus posso condividere l’intero articolo e cosi’ via.

Non sto dicendo di eliminare i contenuti testuali dalla stua strategia, come vedi io li produco ancora e cosi fanno ancora tutti.

Sto pero’ dicendo che nella strategia di SMM dovrai prediligere alcuni format per aumentare le visite alla tua pagine e quindi al tuo blog.

Il SMM non e’ il tuo business ma e’ una parte della tua strategia che ti aiuta a conseguire il tuo obiettivo.

E’ un amo da pesca che porta i tuoi lettori dove vuoi tu, sia esso il tuo sito web, il tuo ecommerce, una landing page di vendita di servizi o prodotti da te offerti.

RICORDALO SEMPRE!

Facebook e’ un mezzo per raggiungere i tuoi clienti, esattamente come la piazza era il luogo dove si riunivano i venditori.

Devi farti conoscere e per farti conoscere devi essere nello stesso luogo delle persone: una volta era la piazza del paese, ora il luogo e’ divenuto virtuale e si chiama INTERNET.

INVITA LE PERSONE CHE INTERAGISCONO CON I TUOI POST A METTERE LIKE ALLA PAGINA

Quanto I tuoi contenuti vengono condivisi o raggiungo persone al di fuori del tuo bacino di fan, Facebook ti da l’opzione di poter invitare queste persone a mettere like alla tua pagina e quindi riuscire a rimanere in contatto con loro e far veder piu’ contenuti della tua pagina!

E’ tanto efficace quanto semplice.

Perche’ farlo?

Perche se interagiascono con il tuo post, mettendo un like o lasciando un commento o addirittura condividendolo dimostrano un INTERESSE.

E questo e’ l’obiettivo del TARGETING: mirare le persone che nutrono un interesse per cio’ che offri!

Come farlo?

Clicca semplicemente sui like, come per visionare chi ha messo “mi piace”.

Ti si aprira’ la lista di persone che hanno interagito con il post con la possibilita’ di invitarli a mettere like alla tua pagina se non l’hanno gia’ fatto!

Un po’ come nei profili privati che puoi mandare le richieste di amicizia a chi mette mi piace ad una tua foto (magari dove sei stata taggata o taggi qualcuno)

Hai trovato questo articolo utile?

Fammelo sapere nei commenti e condividilo con un amico a cui potrebbe essere utile!

Ad Maiora,

Lady Marketer

 


Lady Marketer

Stefania Cassarino, Blogger, Marketer, Imprenditrice Digitale. A 14 anni apro il mio primo blog, a 16 la mia prima pagina facebook di successo, a 20 anni la mia prima esperienza da imprenditrice. Aiuto le persone a trasformare le proprie passioni in Business e dar loro l'asset giusto da cui sviluppare il proprio mindset e la propria strategia.