fbpx
Seguici

Il Content Marketing e’ una parte fondamentale del Marketing con il quale si creano e ottimizzano i contenuti da pubblicare per conto di un’azienda o un Brand.

Content is the King, diceva Bill Gates, e noi di Lady Marketer non potremmo essere piu’ che d’accordo.

Ma perche’ il content marketing e’ cosi’ importante?

Iniziamo da cio’ che DEVE diventare il vostro mantra: CREARE CONTENUTI DI VALORE.

Ogni sito web, blog, profilo instagram o pagina facebook di successo, ha un elemento in comune con gli altri: HA SUCCESSO PERCHE’ E’ VALIDO.

Questa validita’ o forma di auterevolezza generata dipende sostanzialmente da tanti fattori e diverse strategia ma c’e’ un elemento dominante in TUTTI: generano valore.

E un contenuto di valore e’ un contenuto che risponde ad un’esigenza, che e’ UTILE.

Puo’ risolvere un problema o esserne la soluzione, puo essere informativo, puo essere istruttivo e quindi insegnare qualcosa.

Il valore e’ generato sempre da un bisogno che trova risoluzione e il valore sta proprio li.

Creare un articolo inutile, di un argomento che non frega niente a nessuno o ancora peggio, riempirlo di parole futili senza in effetti avere uno standard qualitativo elevato equivale ad autodistruggersi.

L’utente ti reputa inutile, non ti segue, e ancora peggio, non ti cerchera’ piu’.

Un sito di valore la reputazione e il seguito, il cosiddetto TRAFFICO, lo generano da se’.

Magari ci vorra’ del tempo se non si adottano le giuste strategie, o se non si utilizzano i dovuti strumenti di promozione, ma un buon sito, una buona pagina, una qualunque piattaforma digitale che condivide contenuti (siano essi podcast, video, articoli o immagini) si costruisce da solo senza bisogno di review.

Il word of mouth, il cosiddetto passaparola, verra’ generato automaticamente ed e’ su questo che bisogna puntare: CREARE E GENERARE VALORE.

Inoltre, se non siete alle prime armi avrete gia sentito parlare di SEO, la search engine optimization.

Ecco, per chi non lo sapesse la SEO e’ fondamentalmente il processo attraverso il quale si posiziona un determinato sito web/ contenuto su google in modo da farlo arrivare primo nei risultati di ricerca.

Google utilizza degli algoritmi, ovvero dei processi per capire se le fonti dei contenuti siano affidabili e di valore oppure no.

Perche’? semplicemente perche a google interessa se gli utenti trovano le risposte ai loro problemi oppure no e quindi ha interesse a farci trovare cio’ che cerchiamo nel piu’ breve tempo possibile, andando a mettere le fonti piu auterevoli tra i primi risultati.

Ecco, senza entrare nel dettaglio, il valore dei contenuti gioveranno anche alla SEO.

E anche alle ricerche su facebook.

Ma torniamo a noi!

Come creare un contenuto CHE SPACCA?

Un contenuto per essere definito tale dovra’ avere delle caretteristiche, ed e’ per questo che ti ho fornito un elenco qui sotto!

UN CONTENUTO CHE SPACCA DEVE…

  1. AVERE UN MOTIVO: puo sembrare banale, ma e’ fondamentale. Non creare contenuti solo per la smania di farlo. Saranno confusi, ripetitivi, inutili. I contenuti dovrebbero avere sia un piano che un perche’, un motivo. Per esempio, dovrebbe insegnare, indirizzare traffico o vendite. Anche il contenuto creato solo per diventare virale ha un motivo. Quando capisci per quale motivo scrivere un contenuto sara’ piu’ semplice anche scrivere, fotografare o fare video.

 

  1. CREARE VALORE: se un video fa ridere qualcuno, ha un valore. Se un blog post insegna qualcosa alle persone, ha un valore. Se un tweet rompe le notizie, ha un valore. In altre parole, non creare contenuti che non offrono niente al lettore o al visitatore, chiediti sempre: E’ UTILE?

 

  1. RISPONDERE AD UN QUESITO: se le persone cercano un’informazione e arrivano sul tuo sito, resteranno a leggere tutto o se ne andranno dopo aver sbirciato qua e la’? i tuoi contenuti dovrebbero rispondere a delle domande, anche se la domanda e; semplicemente” cosa ci faccio qui?”

 

  1. ESSERE UNICO: quale aspetto puoi dare alla tua nicchia che nessun altro copre? I contenuti che stands out lo sono perche’ diversi, non la stessa vecchia roba.

 

  1. ESSERE SEMPLICE DA RELAZIONARE: per esempio un video divertente di una mamma che porta la macchina a lavare e i figli che rovesciano i l cibo in essa subito dopo il lavaggio con la madre che urla puo essere condiviso da chi ha vissuto una situazione simile.

 

  1. ESSERE (anche) VISIVO!: un immagine interessante colpisce l’occhio e i lettori vorranno sapere come si relazione al contenuto del post

 

  1. ESSERE VARIO: mixa i tuoi contenuti tra informazioni nuovi, datati e evergreen. Sperimenta video, foto, e contenuti scritti. Inoltre, cerca di integrare varie tipologie di contenuti e non solo uno: testi, immagini, video, podcast…

 

PERCHE’?

Perche’ non tutti elaborano le informazioni allo stesso modo e non tutti imparano attraverso gli stessi stimoli.

 

Vi sono 3 tipologie principali di apprendimento o, se vogliamo usare l’inglese, learners:

  • Visivo: impara meglio attraverso le immagini, i testi, tutto cio’ che si puo VEDERE
  • Kinestetico: impara facendo o vedendo fare! E’ il caso dei video, che sono molto piu’ immediati nel mostrare come fare qualcosa.
  • Uditivo: impara ascoltando! Vedi per esempio i podcast

Tra i tuoi lettori, avrai sicuramente tutte e 3 queste tipologie.

Ecco quindi che e’ molto importante VARIARE la forma del tuo contenuto e magari inserire un video tutorial in un articolo, o una spiegazione ad un’ immagine o ancora la trascrizione di un podcast!

Io per esempio sono molto visiva, e odio dannatamente i video. Ho seguito molti video corsi online e finivo sempre a leggere le trascrizioni piuttosto che guardare e ascoltare il mio interlocutore. Viceversa qualcuno puo’ preferire il video o il podcast ad un testo scritto.

 

  1. INTRATTENERE: un contenuto di intrattenimento puo essere educativo, creativo, interessante o accattivante. Se il contenuto intrattiene i consumatori vorranno vedere piu’ contenuti e poter voler imparare di piu’ su di te e sui tuoi prodotti. E’ un concetto molto importante e che si riallaccia al concetto di VALORE.

 

CREA VALORE con i tuoi contenuti.

SEMPRE.

Il valore puo’ essere distribuito in diverse forme ma deve sempre avere un’UTILITA’.

  1. ISPIRARE: vuoi crare contenuti che incoraggiano reazioni. Sia che sia una call to action, un link ad un altro post che magari spiega meglio un concetto (magari una guida!) o una pagina vendita, un invito a un commento o di condivisione, i tuoi contenuti dovrebbero dare ai lettori e visitatori l’idea di dover fare queste cose.

Dovrebbe “farli volere fare”, incentivarli all’azione!

CHIEDERE e’ il miglior modo per OTTENERE.

Vuoi che i tuoi lettori ti seguano anche su Facebook cosi’ da aumentare i fan della tua pagina?

Inserisci un plugin e chiedi ti seguirti su Facebook!

Potrebbe interessarti anche la mia ” guida al nuovo algoritmo di Facebook: come rianimare la tua pagina senza pagare” facendo click qui!

Vuoi aumentare la tua email list?

Chiedi ti iscriversi alla tua newsletter, magari incentivandoli con un contenuto, una guida o un beneficio che ne possano trarre dall’iscrizione.

Nessun ti verra’ a lasciare la sua mail se non ha nulla in cambio.

L’oggetto di scambio con cui ottenere le mail dei tuoi lettori e’ detto FREEBIE. Serve ad invogliarli, ad incuriosirli.

Ricorda: anche creare una bella mail fa parte del Content Marketing: nessuno vuole mail inutili e ancora meno avere la mail intasata di SPAM..

L’ebook ha un valore immenso, e’ ricco ed e’ TOTALMENTE GRATUITO.

  1. ESSERE SUDDIVISO: spezza i contenuti in pezzi facili da leggere, con immagini, titoli, sottotitoli, elenchi puntati, liste numeriche. Se lo farai le persone anche se scannerizzano riusciranno a portare qualcosa con se’ comunque, ma SOPRATTUTTO non annoierai il lettore.

Se ci fai caso, anche io evito di scrivere paragrafi piu’ lunghi di 3/4 righe.

Alleggerisce la letture e toglie quella sensazione di pesantezza e muro di parole che fanno scappare i lettori!

  1. AVERE TITOLI INTRIGANTI: questo non significa creare titoli scandalosi o scioccanti ma i tuoi contenuti dovrebbero avere un titolo che cattura immediatamente l’attenzione e incoraggia lettori e visitatori a scoprirne di piu’.

Titoli che vanno forte sono i cosiddetti “how to” ovvero “Come fare a…” . In genere sono guide che spiegano al lettore step by step come fare qualcosa. Sono contenuti molto pratici, che insegnano qualcosa e te lo mostrano, passo per passo.

Oppure liste di consigli, tool da non perdere: “ 20 modi per monetizzare il tuo blog” oppure “ 15 metodi che ho utilizzare per raggiungere 50k followers su Instagram” o ancora “ i 50 tool GRATUITI che ti semplificheranno la vita da blogger!”

Ovviamente ti sto facendo esempi relativi al mio campo, ma vale per ogni nicchia.

Se hai bisogno di qualche consiglio, scrivimi pure nei commenti!

  1. ESSERE CONDIVISIBILE: e’ meraviglioso quando a qualcuno piace il tuo contenuto ma e’ ancora meglio quando lo condivide con gli altri. Piu’ persone condividono i tuoi post piu’ risulterai riconoscibili come brand. La condivisione dei contenuti e’ un grande marketing!

Ma come creare un contenuto CONDIVISIBILE?

Abbiamo gia’ detto che immagini e soprattutto VIDEO vanno alla grande e che sono molto amati da Facebook.

E’ l’era dei VLOG ed e’ un contenuto CONDIVISIBILE.

La gente condivide quello che puo’ piacere ai loro amici e con cui potranno ottenere piu’ mi piace.

E’ la base dei social media.

Per questo sulla pagina facebook di Lady Marketer trovi tanti contenuti visivi: frasi, libri, citazioni. (sto lavorando sui video!)

  1. ESSERE COMPATIBILE: assicurati che i tuoi contenuti siano fruibili anche su altre piattaforme mobile come i cellulari o tablet.

Nell’era digitale dove tutti sono di fretta e sempre col cellulare in mano, e’ FONDAMENTALE che i tuoi contenuti siano ottimizzati e mobile- friendly.

La maggior parte delle ricerche e dell’usufruizione online infatti, viene da cellulare e tablets.

E sai cosa succede quando qualcuno vuole leggere l’articolo di un tuo blog ma non riesce perche’ non e’ ottimizzato per i mobile?

BRAVA, SE NE VA.

E’ una cosa che personalmente mi irrita un sacco.

  1. ESSERE PUBBLICATO CON REGOLARITA’: non devi pubblicare contenuti tutti i giorni ma se posti constantemente e regolarmanete le persone avranno qualcosa per cui attendere. Per esempio, se posti sul blog ogni martedi, i lettori regolari smetteranno di leggere i nuovi contenuti dal martedi in poi. Crea abitudine, crea un piano editoriale (puoi leggere il mio articolo qui) e cerca di essere il piu’ costante possibile!

Ecco, ora hai una checklist completa per poter scrivere contenuti di VALORE.

Se ti e’ piaciuto questo articolo, condividilo con un’amica a cui puo’ essere utile!

Ad Maiora,

Lady Marketer!


Lady Marketer

Stefania Cassarino, Blogger, Marketer, Imprenditrice Digitale. A 14 anni apro il mio primo blog, a 16 la mia prima pagina facebook di successo, a 20 anni la mia prima esperienza da imprenditrice. Aiuto le persone a trasformare le proprie passioni in Business e dar loro l'asset giusto da cui sviluppare il proprio mindset e la propria strategia.

4 commenti

Jan Zac · 04/01/2018 alle 5:48 AM

Hello ,

I saw your tweets and thought I will check your website. Have to say it looks very good!
I’m also interested in this topic and have recently started my journey as young entrepreneur.

I’m also looking for the ways on how to promote my website. I have tried AdSense and Facebok Ads, however it is getting very expensive.
Can you recommend something what works best for you?

I also want to improve SEO of my website. Would appreciate, if you can have a quick look at my website and give me an advice what I should improve: http://janzac.com/
(Recently I have added a new page about FutureNet and the way how users can make money on this social networking portal.)

I have subscribed to your newsletter. 🙂

Hope to hear from you soon.

P.S.
Maybe I will add link to your website on my website and you will add link to my website on your website? It will improve SEO of our websites, right? What do you think?

Regards
Jan Zac

    Lady Marketer · 04/01/2018 alle 10:35 AM

    Hi Jan Zac!
    Thank for your compliments, much appreciate it!!

    As far as I concern, especially in the beginning, it should be better for you opt for other and free way to promote your website.

    How?
    -guest post (write a content on another blog related to your niches but not a competitor)
    -interview (interview someone who’s operating in your field, someone who could be an example or a professional in that specific topic. It’s not necessary ask to the guru, but someone that has a bigger traffic than yours and, sharing the interview, could help to gain more followers.

    I gave a look at your website and if I can give a piece of advice would be:make it simple.

    Too many sections,too many pages. People can get lost and exit.
    Make it simpler and more user friendly!

    P. S. I have scheduled an article right about “how to promote a blog”, stay tuned so you don’t miss out!

    Hope it helps.
    Cheers
    Lady marketer

Selena · 20/01/2018 alle 8:04 AM

Ciao! Io faccio fatica a capire come utilizzerò seo per far sì che il mio sito risulti sui motori di ricerca Google! Non ho competenza in questo … forse è l unica cosa che mi blocca

    Lady Marketer · 20/01/2018 alle 10:03 AM

    Ciao!
    Come tutte le cose, si impara piano piano. L’importante e’ informarsi e mettere in pratica i consigli appresi!
    Innanzitutto, per apparire sulle ricerche di Google ci vuole tempo, ma iniziare sin da subito a mettersi in quell’ottica e’ di certo un’ottima cosa 🙂
    Poi dipende molto dal settore in cui operi (immagino i viaggi).
    Per questo i social media, soprattutto all’inizio sono importanti, soprattutto Google+ (che ti consiglio di usare molto)
    Se vuoi iniziare a smanettare un po’ di SEO potresti iniziare a leggere questo articolo che ho pubblicato pochi giorni fa per esempio:https://www.ladymarketer.net/seo-tool-devi-assolutamente-conoscere/
    Ha un elenco di tutti gli strumenti e app che ti possono aiutare a trovare le parole chiavi da inserire nei tuoi articoli, capire quali informazioni cercano le persone e anche analizzare i tuoi rivali per vedere loro quali parole utilizzano e come strutturano i loro articoli.

    Dai un occhiata al mio blog in ogni caso, sto scrivendo un articolo dettagliato proprio al riguardo!
    Ad Maiora!
    Lady Marketer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.