fbpx

Il visual storytelling e’ una strategia di marketing che comunica idee potenti attraverso storie coinvolgenti, mettendo al centro di questa storia il cliente, inviandole attraverso canali interattivi e visivi, con lo scopo di creare un coinvolgimento proficuo con il cliente.

Shlomi Ron, descrive con queste parole lo storytelling, andando a identidificarne in pochissime parole

  1. Quali sono i mezzi coinvolti
  2. Qual e’ il format del messaggio
  3. A chi e’ indirizzata una strategia di visual storytelling

Le persone amano le storie e le storie riescono a coinvolgerle emotivamente, rappresentandole e rendendoli partecipi di cio’ che si racconta.

Ma perche utilizzare lo storytelling?

Ognuno di noi ormai e’ bombardato da continui contenuti e ne cerca sempre di piu’.

Internet ha permesso una condivisione e pubblicazione su larga scala di ogni tipo di informazione e l’utente ne cerca sempre di piu’ per ogni dubbio o curiosita’ che lo affligge.

Pensateci su: esistono guide e tutorial per tutto, uno scambio di informazioni e competenze che mai come oggi e’ stato cosi’ di portata cosi’ vasta.

Secondo una ricerca di LinkedIn, ogni giorno, vengono prodotti circa 4.6 MILIARDI DI CONTENUTI.

Capite che tra una miriade di contenuti, il problema si fa evidente: COME POSSO RISALTARE I MIEI CONTENUTI IN MEZZO A MILIONI DI ALTRI?

Perche’ le persone dovrebbe visualizzare i miei contenuti invece che altri?

ATTIRANDO LA LORO ATTENZIONE, GIOCANDO SULLA LORO EMOTIVITA’.

Un’interessante ricerca di Cisco mette in evidenza come entro il 2020 il 70% del traffico mobile sara’ VIDEO.

Ma perche’ dico questo?

Un’immagine e’ processata dal nostro cervello 60.000 volte piu’ velocemente rispetto ad un testo e il 90% delle informazioni che passano al cervello sono VISIVE.

Come ho gia’ sottolineato in un altro articolo, il nostro cervello memorizza l’80% di cio’ che vede e solo il 20% di cio’ che legge.

Capite bene perche’ piu’ che mai il visual oggi sia importante.

Ed e’ per questo che nasce il VISUAL STORYTELLING, ovvero l’abilita’ di creare storie attraverso le immagini e in modo particolare i video.

Un esempio di un brand che fonda la propria strategia attraverso il VISUAL STORYTELLING e’ ADIDAS.

Quanto sono meravigliose le pubblicita’ di adidas? Piace guardarle anche a me che di calcio non me ne intendo proprio e di sport in generale ancora meno.

GUARDA IL VIDEO:

Ma come si racconta una storia?

Una storia deve essere emotiva, coinvolgente (dimmi che non hai la lacrimuccia dopo aver visto il video) e deve avere 3 caratteristiche fondamentali:

  1. AMBIENTAZIONE: dove e’ ambientata la storia? Cosa vuoi raccontare? Chi sono i protagonisti? Queste non sono domande banali perche’ andranno ad influire sulla potenza, credibilita’ ed efficacia del tuo messaggio. I protagonisti dovranno sempre essere i tuoi clienti ed e’ importante che tu li conosca bene per riuscire a creare una storia che attiri la loro attenzione e nella quale si possano identificare.
  2. CONFLITTO: la nascita di un problema, che generalmente e’ il tipo di problema di cui tu o il tuo prodotto offre la soluzione.
  3. SOLUZIONE: presentazione del prodotto, del brand, della soluzione al conflitto presentato prima.

La cosa fondamentale e’ che la tua storia rispecchi la realta’ del tuo pubblico, e che esso riesca ad immedesimarsi, a rivedersi nella storia che racconti.

Devi toccarlo nelle sue vulnerabilita’.

E deve avere un obiettivo ENORME, un sogno inarrivabile, l’impossibile che diviene possibile.

E’ il cosiddetto effetto “WOW” e aiuta la viralita’ del tuo messaggio. Un evento inimaginabile, un qualcosa di straordinario che accade.

Guardiamo insieme questo video:

Edeka, per chi non lo sapesse e’ una nota catena di supermercati tedesca, come la nostra Esselunga.

Ma perche’ e’ importante per il tuo business?

Perche’ crea una relazione, crea un emozione e le emozioni ci avvicinano alle persone come i brand.

C’e’ una frase che mi piace molto e che sta un po’ alla base di tutto cio’ che e’ il marketing: l’uomo non e’ un essere razionale che prova emozioni; bensi’ un essere emotivo che razionalizza le emozioni!

Siamo noi a dare una forma alle emozioni e non il contrario. Il nostro cervello ci controlla ed e’ un potere che gli diamo noi.

Questo i brand lo hanno capito e ci giocano su, implementando strategie di marketing sempre piu’ efficaci e mirate allo sviluppo di una relazione con le persone.

Perche’ si sa, quando e’ l’emozione che parla, la logica scompare.

Ad Maiora,

Lady Marketer

Sen ti e’ piaciuto l’articolo metti mi piace alla mia Pagina Facebook!

 


Lady Marketer

Stefania Cassarino, Blogger, Marketer, Imprenditrice Digitale. A 14 anni apro il mio primo blog, a 16 la mia prima pagina facebook di successo, a 20 anni la mia prima esperienza da imprenditrice. Aiuto le persone a trasformare le proprie passioni in Business e dar loro l'asset giusto da cui sviluppare il proprio mindset e la propria strategia.